Internazionale

Cina e imperialismo, un’analisi storico-economica

Aprile 15, 2017 Redazione 3

di Lorenzo Vagni In questi ultimi giorni ha avuto particolare risalto sui mezzi di informazione l’incontro di stato a Palm Beach tra Donald Trump e Xi Jinping. In particolare suscita l’interesse di molti la posizione della Cina riguardo questioni quali la guerra in Siria e la Corea del Nord. Potrebbe [Continua a leggere]

Internazionale

Dichiarazione della Iniziativa Comunista Europea sul 60° anniversario dei Trattati di Roma

Marzo 27, 2017 Redazione 0

Nonostante le molte celebrazioni che l’UE organizza in occasione del 60° anniversario della sua istituzione, essa non può nascondere il suo carattere imperialista e la sua missione antipopolare. L’UE non è stata creata per servire gli interessi dei lavoratori, ma quelli del grande capitale. L’obiettivo della sua costituzione e il criterio della [Continua a leggere]

Primo Piano

L’antimperialismo “barocco” (*)

Marzo 13, 2017 Redazione 0

di Alberto Lombardo (Resp. dip. Formazione Partito Comunista) Ancora una volta Losurdo riesce con capriole dialettiche a far passare una sua tesi, che ormai sostiene da quarant’anni, ossia che esiste un nemico “principale”, che sarebbero gli Stati Uniti, e che di conseguenza tutti gli altri imperialismi sono nemici secondari. Quindi, [Continua a leggere]

Internazionale

I comunisti polacchi contro il dispiegamento delle forze NATO in Polonia e in Est Europa

Febbraio 15, 2017 Redazione 1

Traduzione dall’inglese di Marco Piccinelli (Redazione ‘Riscossa’) «Atlantic Resolve è una dimostrazione dell’impegno continuo degli USA con la sicurezza collettiva attraverso una serie di azioni progettate per tranquillizzare gli alleati della NATO e partner degli USA, e garantire la pace duratura e stabilità nella regione alla luce dell’intervento russo in Ucraina», [Continua a leggere]

Prima pagina

Il segreto del potere capitalista

Gennaio 24, 2017 Redazione 2

(estratto dalla relazione congressuale di Marco Rizzo al congresso del Partito Comunista) Non si capisce che l’unico modo per battere in un sol colpo i diritti dei lavoratori nell’unico luogo agglomerato in cui esistono ancora e cioè l’Europa è quello di “scaricare” sul continente 100 milioni di giovani africani disponibili [Continua a leggere]

1 2 3